giovedì 30 gennaio 2020

Scuola con una sola alunna

Ogni giorno che Janhavi Kumari, una bambina di sette anni, arriva a scuola, con la sua borsa rossa appesa alle spalle, riceve un'accoglienza da celebrità. Non è perché semplicemente questa timida ragazzina è la studentessa più brava, ma è anche la sola allieva.

Nell'ultimo anno, la minuscola scuola rurale con pareti rosa, situata nel villaggio di Mansa Bigha, nel distretto di Gaya, nello stato indiano del Bihar, è rimasta aperta solo per fornire a Janhavi l'educazione che desiderava, fornendole due insegnanti e un cuoco che prepara il pranzo quasi tutti i giorni.

"Ho imparato a scrivere il mio nome in inglese e potrei persino dirti il nome di frutti e colori in inglese", ha dichiarato la piccola, "ma non ho amici con cui studiare, giocare e parlare."

La maestra Priyanka Kumari ha detto di essere

"molto colpita" dall'impegno della sua unica allieva, che proviene da una casta indiana che da tempo ha subito discriminazioni e storicamente aveva scarso accesso all'istruzione. "La piccola Janhavi è molto pronta", ha aggiunto. "Non ha mai perso una lezione nell'ultima sessione da quando ha ottenuto l'ammissione nella nostra scuola. Inoltre, la aspettiamo con impazienza ogni giorno poiché la sua assenza significa che non c'è lavoro da fare tutto il giorno."

La scuola elementare, che è attiva dal 1972, non era sempre priva di alunni, ma una recente diffidenza nei confronti dello standard delle scuole governative ha portato a un esodo di studenti verso le vicine istituzioni private. Nonostante i migliori sforzi dell'amministrazione locale per convincere i genitori a tenere i loro figli nelle scuole statali, offrendo di tutto, dalle biciclette, alle uniformi e alle scarpe, agli zaini e ai pranzi gratuiti, le aule gestite dal governo hanno continuato a svuotarsi.

Leggi anche Storie e Notizie

Nessun commento:

Posta un commento