mercoledì 5 febbraio 2020

Razzismo a scuola

Un incontro della comunità scolastica, inteso a promuovere la diversità in alcune scuole del Michigan, si è concluso con tensione dopo che un genitore ha proferito commenti definiti razzisti.
L'incontro si è tenuto dopo che "commenti razzisti offensivi e inappropriati usando termini sprezzanti sugli afroamericani" erano stati pubblicati sui social media dagli studenti della High School di Selina, secondo il distretto scolastico.
Adrian Iraola, ingegnere architettonico in pensione e immigrato messicano, ha deciso di condividere alcune delle esperienze della sua famiglia per evidenziare la genesi del problema. Ha così raccontato alcune delle discriminazioni razziali subite dai suoi figli quando frequentavano le scuole locali.

"Ricordo quando andai nella camera da letto di

mio figlio per dargli la buonanotte e lo trovai che piangeva a causa dell'abuso che stava subendo in questo sistema scolastico."
All'improvviso un uomo si è fatto sentire dal fondo, ben udibile in un video dell'incontro: "Allora perché non sei rimasto in Messico?"

La folla ha replicato rumorosamente alla domanda dell'uomo, e alcuni gli hanno chiesto di andarsene.
Iraola ha risposto all'uomo che è rimasto negli Stati Uniti perché è "il più grande paese del mondo".
"Ho provato sdegno", ha detto poi Iraola alla CNN, "ma il mio cuore, il mio cuore è ferito e le ferite sono state riaperte a causa di ciò che avevo sperimentato con i miei figli. Ha riaperto immediatamente vecchie ferite".

Il sovrintendente delle scuole coinvolte ha riconosciuto che il distretto scolastico ha molto lavoro da fare per educare gli studenti, il personale e la comunità su razzismo, odio e pregiudizio.

Leggi anche Storie e Notizie

Nessun commento:

Posta un commento