giovedì 26 marzo 2020

Come gestire lo stress dei bambini in quarantena

OK, quindi ora stiamo studiando a casa. Molte scuole nel mondo sono chiuse. Gli esami vengono annullati.

Potresti aver letto di ciò, che Isaac Newton fece le sue scoperte durante la quarantena o che Shakespeare scrisse il re Lear durante l’epidemia di peste. Questo potrebbe farti impazzire, scrive la giornalista Zoe Williams, come quelle persone, secondo la storia, che hanno la cura esclusiva di un bambino di quattro anni e di un bambino di sei

anni. Puoi consolarti, per un momento, con gli orari che i genitori stanno elaborando e mettendo su Twitter: dalle 9 alle 11, Frozen; 11:00-11: 05, pizza; 11:05-13:00, combattimenti; 13:00-15:00, Gelato. Ma anche il genitore più anarchico riconoscerà di dover trovare un modo fruttuoso per riempire le giornate, il che significa cercare di replicare l'educazione formale che manca ai bambini.

La principale organizzazione di istruzione domestica inglese descrive i due approcci principali dei genitori: strutturato o autonomo. L'apprendimento strutturato segue la giornata scolastica e il curriculum; c'è una solida argomentazione secondo cui, poiché si prevede che i propri figli tornino a scuola e che la scuola ti fornirà materiale (tutte le scuole primarie e secondarie stanno pianificando questo effetto), questa è la strada da percorrere. Se hai una tendenza autonoma, comunque - desideroso di seguire l'ideale platonico: "Non addestrare un bambino a imparare con la forza o la durezza, ma indirizzalo verso ciò attraverso ciò che diverte le loro menti" - anche questo è legittimo. È improbabile che i tuoi figli rimangano irrimediabilmente indietro. Potrebbero addirittura venire a sapere di più sulla scrittura creativa che sugli avverbi.

Leggi anche Storie e Notizie

Nessun commento:

Posta un commento