giovedì 14 maggio 2020

Ci sono rischi nella riapertura delle scuole

La riapertura delle scuole primarie in Inghilterra dall'inizio del prossimo mese potrebbe alimentare la diffusione del coronavirus, ha dichiarato uno dei consulenti scientifici del governo, scrive Sally Weale.

Osama Rahman, capo consigliere scientifico del Dipartimento per l'Educazione (DfE), sembra minare le intenzioni del governo di riaprire le scuole quando ha dato prove al comitato scientifico e tecnologico della Commons mercoledì.

Interrogato dai parlamentari, ha ammesso che una

riapertura più ampia delle scuole potrebbe riunire "centinaia di potenziali vettori" che potrebbero portare alla diffusione del virus. Ha anche affermato che negli studi è emerso un "basso livello di fiducia" secondo cui i bambini trasmettono Covid-19 in misura non inferiore agli adulti.

Alla domanda se ci sia il rischio che il virus venisse trasmesso quando le scuole riaprono, Rahman afferma che ci sarà sempre un rischio di trasmissione. "Anche andare a scuola comunque non è un ambiente privo di rischi", ha detto Rahman. "La domanda è fino a che punto tale rischio sia accettabile".

Il consigliere ha sollevato le sopracciglia quando non è stato in grado di fornire una cifra per morti tra i minori di 18 anni di Covid-19: "Non ho questi numeri a portata di mano. È una domanda importante".

Carol Monaghan, un membro del comitato, ha dichiarato: "Come ex insegnante che ascolta questo, non credo che la professione sarà affatto soddisfatta di ciò che stanno ascoltando in questo momento".

Il governo si aspetta che i bambini in Inghilterra siano in grado di tornare agli asili nido, all'accoglienza, al 1° e 6° anno dal 1° giugno al più presto, e che altri gruppi di età primaria tornino prima dell'estate. I piani hanno incontrato una forte opposizione da parte dei sindacati dell'istruzione. Le scuole sono attualmente aperte solo a figli di lavoratori chiave e alunni classificati come vulnerabili.

Rahman disse al comitato che c'erano poche prove per suggerire che i bambini trasmettessero il virus in modo diverso dagli adulti. "Ci sono alcuni studi che suggeriscono che potrebbero trasmetterlo meno degli adulti, ma questa evidenza è mista, è abbastanza presto, e quindi c'è un basso grado di fiducia tra Sage [il gruppo scientifico di consulenza per le emergenze] attualmente nelle prove che suggerisce che potrebbero trasmetterlo di meno".

Monaghan ha quindi chiesto: "Dato che c'è un basso livello di fiducia, stiamo potenzialmente mettendo insieme centinaia di potenziali vettori che possono quindi andare avanti e trasmettere - è corretto?"

Rahman ha risposto: "Forse, a seconda delle dimensioni della scuola."

Leggi anche Storie e Notizie

Nessun commento:

Posta un commento