mercoledì 27 maggio 2020

Insegnanti e genitori contrari alla riapertura delle scuole

I leader sindacali degli insegnanti del regno unito non sono convinti che sarà sicuro riaprire le scuole in Inghilterra il 1° giugno, soprattutto dopo la pubblicazione delle prove dei consulenti scientifici del governo, scrivono Sean Coughlan e Hannah Richardson. Paul Whiteman del sindacato afferma che non ci sono ancora prove che sarebbe una "cosa saggia da fare". Alcuni consigli scolastici respingono anche i piani per un ritorno graduale per gli alunni della scuola primaria. Eppure il Dipartimento per l'Educazione ha affermato che il ritorno a scuola è particolarmente importante per i bambini svantaggiati. Il suo obiettivo è che i bambini siano invitati alle scuole elementari dopo metà semestre e il segretario
all'istruzione Gavin Williamson afferma che le prove scientifiche supportano questo "ritorno graduale e cauto". I presidi avevano sfidato i ministri a pubblicare le relazioni delle varie commissioni, che dimostrando che sarà sicuro per i bambini e il personale tornare a scuola. I sindacati suggeriscono che lo stand-off continuerà - con avvertimenti che le prove rilasciate dal gruppo di consulenza scientifica SAGE sono "inconcludenti" e rivelano lacune nelle conoscenze scientifiche. Ci sono mancanze di evidenza, sostengono. "Diventerà presto chiaro a chiunque legga i giornali che la scienza non è definitiva", ha affermato Geoff Barton, leader del sindacato degli insegnanti ASCL. "I documenti evidenziano le significative lacune in termini di prove, conoscenze e comprensione", ha affermato Patrick Roach, leader del sindacato degli insegnanti Nasuwt. Rosie Kendrick, madre di due figli a Ealing, nella zona ovest di Londra, ritiene che la decisione di tornare a scuola debba essere lasciata al giudizio dei genitori.

Leggi anche Storie e Notizie

Nessun commento:

Posta un commento